Lezione

Lezione di Chitarra Jazz : Days Of Wine And Roses, analisi e trascrizione del solo di Wes Montgomery

Lezione di Chitarra Jazz : Days Of Wine And Roses, analisi e trascrizione del solo di Wes Montgomery 280 280 Andrea

Days Of Wine And Roses – Wes Montgomery Solo (from Boss Guitar, 1963) from Andre Gole on Vimeo.

Trascrizione integrale del solo

 

Potete ora scaricare gratuitamente la trascrizione completa del solo di Wes (come eseguito nel video).

CLICCA QUI PER SCARICARE

Il brano

 

Days of Wine and Roses” è una celebre canzone, colonna sonora dell’omonimo film del 1962, per il quale vinse il premio oscar come miglior brano originale. La musica è di Henry Mancini, con testi di Johnny Mercer. Il brano è diventato un jazz standard e ne sono state incise numerose versioni, tra cui quella di Ella Fitzgerald e Joe Pass (Easy Living, 1986) e quella di Wes Montgomery contenuta nel disco “Boss Guitar” (Riverside-1963) con Wes Montgomery alla chitarra, Mel Rhyne all’organo e Jimmy Cobb alla batteria.

 

 

Testo

The days of wine and roses laugh and run away like a child at play

Through the meadow land toward a closing door

A door marked “Nevermore”, that wasn’t there before

 

The lonely night discloses, just a passing breeze filled with memories

Of the golden smile that introduced me to

The days of wine and roses and you

Accordi

 

| FM7 | Eb7b9#11  | A-7   | D7   |

| G-7  | G-7 | Bb-6 | Eb9 |

| A-7 | D-7 | G-7 | C9 |

| E-7b5 A7 | D-7  G7  | G-7  A-7 | Bb-7 Calt. ||

| FM7 | Eb7b9#11  | A-7 | D7 |

| G-7 | G-7 | Bb-6 | Eb9 |

| A-7 | D-7 | B-7b5 | Bb13 |

| A-7 D-7 | G-7  C7  | F Ab13 | DbM9 Gb7#11 ||

 

 

Analisi armonica


La struttura del brano, in Fa maggiore, è di 32 battute, divise in due sezioni da 16 misure ciascuna, che hanno i medesimi accordi per le prime dieci. Nella versione di Wes troviamo alcune sostituzioni: a battuta 14, abbiamo un Bb13 Ab13 e G13 al posto di Dm7 e G7; a battuta 15 e 16, al posto dei tradizionali Gm7 e C7, l’organo suona Gm7 Am7 Bbm7 e C7(b9b5), aggiungendo i 2 accordi centrali come ponte tra Gm7 e C7.
Il turnaround finale Fmaj7 Dm7 Gm7 C7 viene sostituito con Fmaj7 Ab13 (tritono di Dm7) Dbmaj7 (tritono di Gm7) e Gb9(#11) (tritono di C7).

Analisi solo wes

 

Ho analizzato il solo in una prospettiva modale, che potrebbe essere diversa da quella di Wes.
Wes parte sul secondo accordo del turnaround (Ab13) con Ab misolidio, poi sul Gb9(#11) esegue un arpeggio di C# minore. Di seguito una tabella con analisi del materiale melodico diviso per battuta:

 

 

NUM. BATTUTE ACCORDI ANALISI MELODICA
1 Fmaj7 F maggiore
2 Ebmaj7 Eb maggiore
3,4 D7 Nota di C# usata come nota di volta tra due D, poi Eb nota di volta
5,6 Gm7 Prima frase su arpeggio Gm9, poi arpeggio di Dm7 (suona un arpeggio m7 sul V grado dell’accordo)
7,8 Bbm7, Eb7 Frase su misolidio di Eb
9 Am7 Pentatonica minore di A
10 Dm7 Frase su arpeggio di A7(add11), o scala min armonica di D
11 Gm7 Dorico di G
12 C7 Misolidio di C
13 Em7b5, A7alt. Scala di F maggiore partendo dal A
14 Bb13, Ab13, G13 Aggiramento di G
15 Gm7,Am7 Frase su scala min naturale di A
16 Bbm7, C7 Bb dorica,  Ab maggiore
17 Fmaj7 Scala di F maggiore con passaggio cromatico discendente tra D e C
18 Ebmaj7 Arpeggio di Ebmaj7 con aggiunta del F, II grado di Eb
19,20 D7 Doppio approccio cromatico a D, su due diverse ottave. Arpeggio di D diminuito discendente. Nota di approccio a D, arpeggio discendente di Daug
21 Gm7 Arpeggi su Gm
22 Gm7 Triade discendente di D. Frase su F misolidio (dominante di Bb a seguire)
23 Bbm7 Frase su Bbm9
24 Eb7 Frase bebop su Eb misolidia con aggiunta della #11 (A) di passaggio, aggiramento e cromatismo per arrivare a Am seguente
25 Am7 Frase su A frigio
26 Dm7 Arpeggio ascendente di Fmaj7#5 e scala di F maggiore. Arpeggio Fmaj7.
27 B-7b5 Arpeggio Dm9
28 Bb7 Frase su Pentatonica Blues di D (#11 usata come nota di volta)
29 Am7 Dm7 Arpeggi discendenti di Am7 e Dm7
30 Gm7 C7 Arpeggio discendente di Gm7 e fraseggio bebop sul C7 che partendo dal F, arriva al G passando per D D# E
31 Fmaj7 Ab7 Arpeggio di Fmaj9 e scala di Ab misolidio discendente
32 Dbmaj7 Gb7 Frase su Db maggiore che diventa Db minore melodio (3b). Doppio approccio cromatico al successivo F

 

 

Setticlavio facile

Come imparare a leggere il setticlavio facilmente

Come imparare a leggere il setticlavio facilmente 820 298 Andrea


In questa lezione vi svelerò un trucco per imparare a leggere il setticlavio in cinque minuti. Siete pronti?

Pre-requisiti:

Buona conoscenza delle chiavi di violino e di basso.

Cos’è il setticlavio?
Per capire a cosa serve (o serviva, visto che ora è scarsamente utilizzato) il setticlavio dobbiamo aver chiaro cosa sia il registro di uno strumento musicale o di una voce.

Il registro è la gamma di note, lo “spazio” musicale entro cui ci muoviamo a seconda del timbro musicale o vocale: ad esempio, il registro di uno strumento come il contrabbasso, o la voce di un baritono sono registri gravi, mentre il suono del sax soprano e la voce di una cantante soprano si muovono in un registro più acuto.

Se avete esperienza con la lettura in chiave di violino (e dovete averne, per affrontare questa prova) vi sarete accorti che spesso è necessario ricorrere ai tagli addizionali per scrivere le note dello strumento che sono ubicate sopra o sotto al pentagramma … a volte andando a finire in posizioni veramente scomode per una lettura fluida.

 

Per ovviare a questo problema è stato creato il setticlavio, che trasportando le tre chiavi di do, sol e fa, permetteva a ognuna delle sette voci del coro classico di leggere in modo chiaro (senza troppi tagli addizionali!).

 

Le chiavi quindi sono sette, ma in realtà sono solo spostamenti delle chiavi di fa, do e sol a seconda dell’altezza più adatta al timbro.

Ora vi mostrerò il trucco: disponiamo queste sette chiavi in modo che siano il più possibile vicine a una chiave nota (è fondamentale, ripeto, che conosciate la chiave di violino e quella di basso a menadito).

Nella prima riga si trovano quelle vicine alla chiave di Violino , nella seconda riga invece quelle vicine alla chiave di basso.

Setticlavio facile

Trucchi per leggere il setticlavio

 

A questo punto si tratta “solamente” di trasportare visivamente dalla chiave di riferimento.

Ancora non vi è chiaro? Ma allora siete de coccio. Non arrendiamoci, più avanti gli esempi ci chiariranno le idee.

 

Esempio pratico:

 

Se leggiamo in chiave di tenore (che ha il DO appena sopra a quello in chiave di violino), dovremo abituarci a leggere uno spazio sotto (se nota su riga) o una riga sotto (se nota su spazio).

Ad esempio, per leggere una nota in chiave di contralto, leggeremo nello spazio sopra in chiave di violino. 

Ci siete? It’s easy.

In chiave di soprano, faremo riga -> riga sotto e spazio -> spazio sotto (cioè trasporteremo di una terza).

Stessa cosa per le chiavi che trasportano la chiave di basso, e allora:
Se leggiamo in baritono, facciamo riga -> riga sopra e spazio -> spazio sopra (intervallo di terza).

Se leggiamo in mezzosoprano, facciamo spazio -> riga sopra e riga -> spazio sopra (intervallo di seconda).
Esempio: una nota posta sul terzo spazio in chiave di baritono, è una nota posta sul quarto spazio in chiave di basso (infatti facciamo spazio -> spazio sopra) , cioè come sappiamo un sol.

Spero che lezione sia stata chiara e che questa strategia via sia utile nella comprensione del setticlavio ed eventualmente nel superamento della prova di solfeggio al conservatorio!

Alla prossima,
Andrea

 

L’autore di questo articolo è su Google+